7.19 gennaio

Gitiesse Artisti Riuniti presenta
ANNA MARIA GUARNIERI   GIULIA LAZZARINI
ARSENICO E VECCHI MERLETTI
di Joseph Kesselring
traduzione di Masolino D’Amico
e con
MARIA ALBERTA NAVELLOMIMMO MIGNEMIPAOLO ROMANOLUIGI TABITA,
TARCISIO BRANCABRUNO CRUCITTIFRANCESCO GUZZO,
DANIELE BIAGINILORENZO VENTURINI

regia GEPPY GLEIJESES

scene Franco Velchi
costumi Chiara Donato
luci Luigi Ascione
musiche Matteo D’Amico


Lo scrittore Mortimer Brewster, ex scapolo convinto, torna a casa dalle zie Abby e Martha per raccontare del suo fresco matrimonio con Elaine Harper, ma scopre che le due amabili e anziane ziette “aiutano” quelli che affettuosamente chiamano i “loro signori” ossia gli inquilini ai quali affittano le camere, a lasciare la vita con un sorriso sulle labbra, offrendo loro del vino di sambuco corretto con un miscuglio di veleni, e che li seppelliscono nel Canale di Panama, la cantina di casa dove il fratello di Mortimer, Teddy (che crede di essere Theodore Roosevelt), scava e ricopre di continuo nuove buche per occultare i cadaveri.  Deciso a porre fine alla pazzia delle due zie e del fratello, Mortimer cerca di far internare Teddy in una casa di cura, ma i suoi piani vengono sconvolti dall’arrivo dell’altro fratello Jonathan, un efferato pluriomicida i cui lineamenti sono stati rovinati a seguito di numerosi interventi di chirurgia plastica subiti. Anche Jonathan, che è accompagnato dal suo fidato amico, il dottor Einstein, ha un cadavere di cui disfarsi e tenta di seppellirlo nella cantina, per poi eliminare anche il fratello Mortimer. Ormai credutosi l’ultimo erede di una famiglia di pazzi maniaci, Mortimer cerca di allontanare da sé Elaine per il timore di farle del male, ma poco prima della partenza di Teddy per la clinica, le due zie (che intendono seguire Teddy nella casa di cura) rivelano che in realtà Mortimer è il figlio illegittimo di una domestica che era andata a lavorare in casa Brewster poco prima che Mortimer nascesse.
Geppy Gleijeses (ispirandosi allo spettacolo di Mario Monicelli di cui quest’anno ricorre il decimo anniversario della scomparsa) dirige due monumenti del teatro italiano: Anna Maria Guarnieri e Giulia Lazzarini. Ricordiamo il film di culto che ne trasse Frank Capra interpretato da Gary Grant.

 

personaggi e interpreti

Marta Brewster               ANNAMARIA GUARNIERI
Abby Brewster               GIULIA LAZZARINI
Giulia Stone               MARIA ALBERTA NAVELLO
Teddy Brewster               MIMMO MIGNEMI
Mortimer Brewster               PAOLO ROMANO
Jonathan Brewster               LUIGI TABITA
Dottor Einstein               TARCISIO BRANCA
Reverendo Stone – Sig. Spooner               BRUNO CRUCITTI
Signor Johnson  – Tenente Rooney               FRANCESCO GUZZO
Agente Mulligan               DANIELE BIAGINI
Agente Brophy               LORENZO VENTURINI

 

Lo spettacolo ha una durata di 2 ore senza intervallo