30 marzo . 4 aprile

recupero stagione 2019/2020
Gitiesse Artisti Riuniti

in coproduzione con Compagnia Molière
presentano
PAOLO BONACELLI
MARILÙ PRATI
PROCESSO A GESÙ
di Diego Fabbri
con MARCO CAVALCOLI
DANIELA GIOVANETTI

e con (in ordine alfabetico)
FRANCESCA ANNUNZIATA
ANTONIO CARLI
MARIA ROSARIA CARLI   
LORENZO GUADALUPI
FRANCESCO LARUFFA
MASSIMO LELLO   
GIACOMO LISONI   
SERGIO MANCINELLI
EUGENIO MASTANDREA  
FABRIZIO NEVOLA  
MARCO PROSPERINI
ANTONIA RENZELLA   
GIORGIO SALES   
PAOLA SAMBO   
CECILIA ZINGARO

musiche Teho Teardo
artigiano della luce Luigi Ascione

regia GEPPY GLEIJESES

 


In occasione del 40º anniversario della scomparsa di Diego Fabbri, la Gitiesse Artisti Riuniti ha messo in scena “Processo a Gesù” con la regia di Geppy Gleijeses e 19 attori (tra cui 10 allievi attori all’ultimo anno di corso delle migliori scuole di teatro d’Italia). Il capolavoro di Diego Fabbri è un testo di strabiliante attualità e ci interroga sul senso della Fede, sulla giustizia, sulla solidarietà, fruga nell’intimo delle nostre coscienze stimolandoci a una riflessione profonda sulla forza della figura di Cristo oggi, portando lo spettatore, ateo o credente che sia, a interrogare sé stesso e la propria anima.

Un gruppo di ebrei scampati alla Shoah, celebra da anni il rito ormai consunto di un processo a Gesù, con attori che di volta in volta interpretano gli apostoli, Pilato, Caifa, Maria, la Maddalena ed altri. Questo processo si è sempre concluso con un verdetto di condanna, ma stavolta gli spettatori non ci stanno, protestano, si indignano e vogliono l’assoluzione. Il testo si conclude con un’agghiacciante testimonianza di una vecchietta che si occupa delle pulizie del teatro: ha perso un figlio, ed è come se ora non volesse perderne un altro…

L’interazione tra gli attori in platea e quelli in palcoscenico ricorda testi pirandelliani come “Ciascuno a suo modo” o “Questa sera si recita a soggetto”, ma con una violenza ed una profondità modernissime.