7.12 dicembre

Teatro Stabile di Bolzano
TANGO MACONDO
il venditore di metafore
drammaturgia di Giorgio Gallione
ispirato all’opera di Salvatore Niffoi e Gabriel García Márquez
musiche originali Paolo Fresu
con Paolo Fresu (tromba, flicorno), Daniele di Bonaventura (bandoneon), Pierpaolo Vacca (organetto)
con Ugo Dighero, Rosanna Naddeo, Paolo Li Volsi
danzatori Luca Alberti, Alice Pani, Valentina Squarzoni, Francesca Zaccaria
scene Marcello Chiarenza
coreografie Giovanni Di Cicco in collaborazione con DEOS
disegno luci Aldo Mantovani
costumi Francesca Marsella


Narrazione e musica, tanghi e musica popolare, riti arcaici e onirica contemporaneità si fondono in “Tango Macondo”, nuova produzione del Teatro Stabile di Bolzano che racconta la storia di Matoforu, un “venditore di metafore” sardo e del suo amore grande, Anzelina Bisocciu, la sua cantatrice. La musica di composta da Paolo Fresu ed eseguita dal vivo assieme a Daniele di Bonaventura e Pierpaolo Vacca, si fonde con parole e danza. Un viaggio “ai confini tra il delirio e la geografia” che dalla Sardegna, arriva a incrociare Macondo, il paese immaginario nato dall’universo onirico e mitico di Gabriel García Márquez con tutto il suo bagaglio di visioni e prodigi.